Il viaggio è una porta attraverso la quale si esce dalla realtà nota e si entra in un’altra realtà inesplorata, che somiglia al sogno.

(Guy de Maupassant)

Narra un vecchio mito che l’isola di Rodi nacque dall’amore di Elio, il dio del Sole, e della ninfa Rodo, figlia di Poseidone. Per questo la leggenda dice che per  tanti secoli Apollo il Dio Sole abbia scelto come casa Rodi,  ed è per questo che sull’ isola ci sono ben 300 giorni di bel tempo all’anno.

Ma la bellezza di Rodi non è dovuta solo al bel tempo….. è un’ isola magica, in cui è possibile rivivere la storia millenaria dell’antica Grecia, passeggiando tra le mura della città antica, o cambiare spiaggia e panorama ogni giorno.

Rodi è l’isola dalle insenature romantiche, da cui poter ammirare il tramonto con un drink in mano, ma anche  l’isola dei tanti negozi di artigianato in cui poter dare libero sfogo allo shopping.

Rodi è stata la meta che abbiamo scelto per le nostre vacanze estive, un viaggio on the road. Passaporto, guida Marcopolo alla mano e siamo andati  alla scoperta di un’isola meravigliosa, a tratti inaspettata.

RODI – COSA VEDERE

  • La città di Rodi e la città medievale  uno degli scampoli medievali più intatti d’Europa dove imperativo categorico è  lasciarsi trasportare dall’atmosfera dei vicoli e perdersi nell’intricato intreccio delle stradine. Atmosfere indimenticabili, d’altri tempi. Come il Palazzo del Gran Maestro nella via dei Cavalieri.
  • La città vecchia vista dal mare è una meraviglia:torrioni, cupole, minareti che fanno capolino dalle mura. Un connubio architettonico tra edifici cristiani e islamici.
    Il porto di Mandraki dove potersi godere  una piacevole colazione o anche un semplicissimo caffè alla greca ammirando tutta la zona turistica.

Mandraki significa “piccolo addiaccio”… in effetti la sua forma ricorda proprio una sorta di riparo, di recinto tutto attorno alle navi.
Ed è proprio vicino al porto che il famoso Colosso di Rodi, la statua bronzea di 31 metri si pensa fosse collocato. Nel 653 d.C. venne venduta dall’arabo Moavias ad un mercante che la fece a pezzi per trasportarla in Oriente in groppa a dei cammelli. Oggi al posto del Colosso il turista e accolto dalla statua del Cervo e della Cerva posti su due alte colonne.

Il porto di Mandraki è uno dei più bei e trafficati porti della Grecia, come la sua Paralia, lungomare ideale per una passeggiata al tramonto, quando le luci fanno risaltare le facciate degli edifici neogotici come il palazzo del Governatore (oggi prefettura), architetture quasi moresche, come la cupola felliniana dei bagni Elli, o littorie come il Teatro nazionale del 1937.

  • Nea Agorà, l’ antico mercato del pesce oggi punto di ritrovo dei rodiesi.
  • Il Monte Smith  dove poter ammirare Rodi con i suoi contrasti, contraddizioni urbanistiche, nonché poter visitare l’acropoli. Purtroppo non è rimasto molto dei suoi templi.
  • La cittadina bianca di Lindos, storico borgo di marinai, una cascata di case bianche sovrastato da una rocca dove si trovano i resti dell’Acropoli e del Tempio dorico di Athena che risalgono presumibilmente al 300 a.C. Per arrivarci si devono salire ben 300 gradini, ma giunti a destinazione la fatica vale assolutamente la pena. Lo spettacolo della valle dei templi rodiese ed il paesaggio attorno e pura meraviglia

RODI – LE SPIAGGE PIÙ BELLE

  • Anthony Quinn bay sabbia e scogli vinti da una rigogliosa vegetazione in una baia dalle acque color smeraldo
  • Ladikou bellissima baia di sabbia e rocce
  • Kallithea terme, protetta da rocce e pietre che giungono fino al mare turchese, la spiaggia di Kalitea si trova a 10 km dalla città di Rodi. E’ famosa perché qui un tempo era in funzione un sistema di sorgenti di acque termali calde, testimoniata dalla meravigliosa architettura delle Terme ancora oggi visitabile
  • Agathi  beach e la Golden beach, sabbia color oro, acqua cristallina attrezzata sembra un paradiso terrestre
  • Prassonissi un istmo di sabbia avvolto nel vento pu to di incontro tra i due mari Egeo e Mediterraneo.

Ed ora chiudiamo assieme gli occhi e immaginiamo di trovarci sdraiati al sole di una delle più belle spiagge dell’isola di Rodi.

Seguimi sui social e condividi:
error